Vai al contenuto principale
Oggetto:
Oggetto:

LETTERATURA ITALIANA O (LAUREA MAGISTRALE)

Oggetto:

Anno accademico 2012/2013

Codice dell'attività didattica
LET0933
Docente
Clara Allasia (Titolare del corso)
Corso di studi
controllare nei Piani carriera a quali Corsi di studio è offerto l'insegnamento, a seconda della coorte di riferimento
Anno
1° anno 2° anno
Periodo didattico
Secondo semestre - prima parte
Tipologia
Per tutti gli ambiti
Crediti/Valenza
6
SSD dell'attività didattica
L-FIL-LET/10 - letteratura italiana
Modalità di erogazione
Tradizionale
Lingua di insegnamento
Italiano
Modalità di frequenza
Facoltativa
Tipologia d'esame
Orale
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

Conoscenza dell’autore e del periodo della letteratura italiana preso in esame, con riferimento ai generi e alle poetiche. Acquisizione di strumenti teorici, metodologici e critici, finalizzati in particolare alla periodizzazione e all’analisi testuale.

 

Oggetto:

Programma

«Eppure l’Italia è come se non possedesse quel libro»: Croce, Basile e Lo cunto de li cunti.

Il corso si propone di introdurre alla conoscenza del Cunto, «il libro guida degli scrittori europei di fiabe» (Rak), partendo dal rapporto strettissimo che Benedetto Croce, suo primo traduttore, stabilì con questa raccolta di forme brevi racchiusa in una sontuosa cornice barocca.

 

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

G.B. Basile, Il Pentamerone, a cura di B. Croce; prefazione di I. Calvino Roma-Bari, Laterza, 1982 (si terrà presente l’apparato di note dell’edizione a cura di M. Rak, Milano, Garzanti, 2007 o precedenti e quella a cura di A. Burani e R. Guarini, Milano, Adelphi, 1994).

P. Sarnelli Posilecheata a cura di E. Malato, Roma, G. e M. Benincasa, 1986, pagine indicate a lezione.

 

Sulla fiaba e la struttura delle fiabe di magia:

  • A. Jolles, Forme semplici, Milano, Mursia, 1974 o successive, pp. 5-29, 201-227.
  • V.J. Propp, Morfologia della fiaba, con un intervento di C. Levi-Strauss e una replica dell'autore, a cura di G.L. Bravo, Torino, G. Einaudi, 1972, successive o altre edizioni in commercio purché integrali, pp. 7-75, 93-97 (capp. I-IV, VIII).

Sul Cunto de li cunti:

  • S. Calabrese, Gli arabeschi della fiaba: dal Basile ai romantici, Pisa, Pacini, 1984, pp. 9-35
  • B. Croce, Giambattista Basile e il Cunto de li cunti, in Saggi sulla letteratura italiana del Seicento, Bari, Laterza, 1962, pp. 3-64.
  • G. Getto, La fiaba di Giambattista Basile, in Il barocco letterario in Italia, premessa di M. Guglielminetti, Milano, Bruno Mondadori, 2000, pp. 296-313.
  • M. Guglielminetti, La cornice e il furto, Bologna, Zanichelli, 1984, pp. 92-99.
  • M. Praz, Il Cunto de li cunti di G.B. Basile, in Il giardino dei sensi, Milano, Mondadori, 1975, pp. 208-225.
  • La fiaba barocca: studi su Basile e Perrault, a cura di A.M. Pedullà, Napoli, ESI, 1999, pp. 69-106.
  • Giovan Battista Basile e l’invenzione della fiaba, a c. di M. Picone e A. Messerli, Ravenna, Longo, 2004, pp. 105-120.
  • B. Bettelheim, Il mondo incantato, Milano, Feltrinelli, 1975 o successive, pp. 227-265 (Cenerentola).
  • A.N. Veselovskij (Wesselofsky), La favola della fanciulla perseguitata, in La fanciulla perseguitata, a cura di D’A.S. Avalle, Milano, Bompiani, 1977, pp. 37-101.
  • G. Albanese, Fra narrativa e rappresentazione teatrale: metamorfosi umanistiche della «fanciulla perseguitata», in Atti del Convegno internazionale Teatro, scena, rappresentazione dal Quattrocento al Settecento (Lecce, 15-17 maggio 1997), a cura di P. Andrioli, G.A. Camerino, G. Rizzo, P. Viti, Lecce, Congedo, 2000. 

 

È inoltre richiesta la conoscenza della storia letteraria da prepararsi su C. Segre, C. Martignoni, Testi nella storia: la letteratura italiana dalle origini al Novecento, Milano, Edizioni Bruno Mondadori, vol. 2: pp. 888-945, 969-1030.

È previsto un programma per non frequentanti.

Ulteriori indicazioni saranno fornite a lezione.

 

 



Oggetto:

Note

Oggetto:
Ultimo aggiornamento: 08/04/2014 11:52

Non cliccare qui!